Domenica 26 maggio

Le previsioni non promettono una bella giornata, si ritarda di mezzora per capire se smetterà di piovere. Si parte alle 08.30, sembra che il tempo regga ma all’orrizzonte ci sono grossi nuvoloni neri. Non facciamo in tempo a fare 2 km e comincia nuovamente a piovere sempre più copiosamente, teniamo duro e proseguiamo. La pioggia ci seguirà per circa un ora, per poi finalmente smettere arrivati al santuario di Boca. Tappa caffè e si riparte direzione Romagnano Sesia, una parte del gruppo andrà a vedere il passaggio del giro d’italia. A Ghemme si svolta per fare l’interno delle colline Novaresi evitando il monotono piattone che porta a Novara, a metà del percorso  il gruppo si divide chi torna verso casa e chi andrà a vedre il passaggio del giro d’italia. Bella domenica tranne per la prima ora fatta tutta sotto la pioggia.

12 maggio finalmente Caldè

Per una giornata di inizio inverno (siamo a maggio e il tempo non si vuole mettere apposto) le temperatrure non sembrano male, vento terso da nord ma non ci spaventiamo e si parte per andare finalmente a vedere la piazzetta di Caldè. Il vento contrario ci accompagnerà fino a Caldè come se stessimo percorrendo una dolce e lunga salita. Tappa caffè, foto e si parte per la scalata della Nasca (non troppo lunga ma impegnativa) scollinati a S. Antonio si scende ad Arcumeggia per poi proseguire per l’ultima asperità di giornata il Brinzio. Passata la Rasa il vento comincia ad essere favorevole e piacevole, siamo ritornati verso casa con una lieve carrezza alle spalle che, dopo le due asperità, ci ha fatto sicuramente piacere. Come sempre bel giro e bella compagnia.

28 aprile

Associazione Sportiva Dilettantistica