Tutti gli articoli di Alessandro

Resoconto giro Levo e Coiromonte

Ore 8  una giornata spettacolare quasi tutti presenti, ci fa compagnia anche qualche collega della mtb si parte e via verso il lago il ritmo e buono e tutti fanno i conti con i prossimi scollinamenti. A ogni kilometro si aggrega qualche ciclista che si accoda per fare meno fatica, arrivati a Belgirate solito vento contrario fastidioso ma la velocità non scende mai sotto i 34 km/h Stresa e poi Baveno e li cominciamo la scalata del Levo, Andrea con la gamba da mtb e già davanti a fare il ritmo, ci sgraniamo e arriviamo alla spicciolata io e Daniele scolliniamo per ultimi. Alla fontana tutti fermi per rifocillarci qualche minuto e via verso Gignese, qualche buontempone si ferma per un caffè e poi via verso Sovazza da lì si comincia la scalata verso Coiromonte, Andrea buca quasi subito ma con i pistoni che si ritrova recupera il tempo perso. Arrivati a Coiromonte ci fermiamo alla fontana per fare le foto di rito e poi giù verso Armeno (bella discesa tecnica), da Armeno ci dirigiamo verso Bolzano Novarese e via verso Invorio e Paruzzaro, Dormelletto e rietro sul sempione. Ci siamo un pelino persi ma poi ci si è ritrovati alla rotonda di Vergiate e da li verso Casa. Unica nota stonata e capitata ad Andrea che si e dovuto fermare all’altezza del negozio del Milani perché la cassetta del paco pignoni si e bloccata obbligandolo alla resa … da ultime notizie e ripartito poco dopo e come mi ha detto il presidente ad un meccanico non devi mai chiedere il trucco … bene alla fine è stata una bella giornata.

Per onor di cronaca sul Levo e scollinato per primo Andrea, mentre sul Coiromonte visto gli imprevisti non si stila la classifica, Km totali 100 ad una media di 25 km/h che, visto il dislivello percorso e gli imprevisti, non sono da buttare via

IMG00083-20130425-1045 IMG00081-20130425-1043 IMG00082-20130425-1045 IMG00079-20130425-1041 IMG00078-20130425-1040 IMG00077-20130425-1011

Ore 08.00 tutti pronti divisa nuova lavata e stirata, siamo un bel gruppo e oggi anche numeroso (alla fine eravamo in 17) si parte  ad un passo tranquillo (ci siamo messi davanti io e il Presidente) ci dirigiamo verso Sesto C, dopo il ponte di ferro c’è stato un momento d’incertezza e via che ci siamo mischiati con ripartenza a un ritmo sostenuto ma accettabile (sempre i soliti che gli manca una settimana alla forma). Senza grossi problemi arriviamo fino a Gravellona T. e da li cominciamo a salire lentamente verso Omegna, come sempre i soliti noti dettano il passo ed il gruppo si sgrana, ad Omegna ci riuniamo, rifornimento e un caffè veloce e via a scalare la Cesara (per fortuna che la salita e costante e non presenta pendenze difficili). Arrivati al culmine dello scollinamento della salita ci fermiamo per una foto di gruppo (ammazza che belli!!!, sembra il primo giorno di scuola), ad un tratto passa un gruppo di juniores “a qualcuno gli viene una ideona” e come tanti bambini via a rincorrerli e giù a tutta per 5 km (…presi …) al termine della discesa (fortunatamente) si sente un boato ed una fiammata azzurra uscire dalla ruota posteriore di Carlo, ha bucato (fosse solo bucata) ci fermiamo e realizziamo che la spalla del copertoncino ha ceduto proviamo a sistemare e si riparte, fatti pochi chilometri altra botta e nuovamente gomma a terra. A questo punto ci vuole l’uovo di colombo ed i nostri MacGyver si mettono all’opera escono pezze, nastro americano e via a sistemare il copertone, che con maestria (che solo i meccanici Ferrari hanno) è già sulla ruota anteriore una pompata il tutto regge e via verso casa (mancano ancora circa 40 km). Gozzano, Invorio, Paruzzaro e finalmente Dormelletto da li si scende sul sempione dirigendoci verso casa, con un occhio sulla ruota di Carlo che fa ancora il suo sporco lavoro.

Siamo arrivati e si legge sulla faccia dei nostri che è stata una bella pedalata ed anche  una bella giornata, poiché lo spirito del ciclista è anche quello di divertirsi, essere competitivo, ma all’occorrenza essere un gruppo unito che prova a risolvere i problemi degli altri senza lasciarli soli, questo è il ciclismo e questo siamo noi un gruppo di amici che si divertono e si aspettano ed aiutano nello stesso tempo.

Km totali 104 percorsi ad una media di 28,5 km/h (per onor di cronaca hanno scollinato per primi sulla Cesara un gruppetto numeroso per questo non metto i nomi per non far torto a nessuno, posso confermare perché ero lì ad aspettare …..)

foto cesara 2